BADIA A PASSIGNANO 2015 CHIANTI CLASSICO DOCG GRAN SELEZIONE “ANTINORI”

 46,00

Badia a Passignano 2015

CHIANTI CLASSICO DOCG GRAN SELEZIONE

Classificazione
DOCG

 

Vinificazione

Dopo la diraspatura, gliacini sono statiaccuratamente selezionati e successivamente pigiati in manierasoffice. La
fermentazione alcolica è decorsain circa 10 giorni,aseguito dei quali il mosto è rimasto in macerazione con le
proprie bucce per ulteriori 10-12 giorni. Dopo lasvinaturailvino è stato immediatamente immesso in legno, dove
haavuto luogo lafermentazione malolattica, decorsaspontaneamente entro lafine dell’anno; ilvino,ancora
separato secondo la provenienza delvigneto, haaffinato in legni di rovere ungherese ed in piccola parte francese
per circa 12 mesi. Durante questalungafase i diversi lotti sono stati costantemente degustati e controllati per poter
esaltare al massimo l’evoluzione in legno, per poi essere unitial termine del periodo di maturazione. Ilvino è stato
quindi imbottigliato presso latenuta ed ha poi proseguito il suo affinamento in bottiglia.

Dati Storici

Badia a Passignano Gran Selezione è prodotto esclusivamente dalla selezione delle migliori uve Sangiovese
provenienti dall’omonima proprietà situata nel cuore del Chianti Classico. La zona è rinomata per la produzione
vinicola sin dall’anno mille. Ivigneti si estendono su un terreno ricco di roccia calcarea con una media dotazione di
argilla ad un’altezza di circa 300 metri s.l.m. L’affinamento avviene nelle storiche cantine della Badia di Passignano
del X secolo.

Note Degustative

Badia a Passignano 2015 si presenta di un colore rosso rubino intenso. Al naso spiccate note di fruttarossa matura
e intensi sentori di frutti di bosco e ciliegiasotto spirito si uniscono asensazioni balsamiche e speziate. Al palato il
vino è avvolgente, con tannini morbidi e vellutati; ottime lafreschezza, lafinezza e la persistenza gustativa.

3 disponibili

COD: BADIAAPASSIGNANO15 Categorie: ,

Descrizione

Annata
2015
Clima
L’andamento climatico del 2015 è stato estremamente regolare
ed harispettato nelle stagioni il comportamento tipico del
territorio del Chianti Classico. L’inverno piuttosto freddo e
relativamente asciutto ha preceduto una primavera
tendenzialmente più umida nei mesi di marzo ed aprile ed
asciuttain quelli di maggio e giugno;anche in questo periodo le
temperature sono state regolari, garantendo un perfetto
sviluppo vegetativo ed ottime fasi di fioritura ed allegagione.
L’estate è stata calda, con temperature soprala media durante il
mese di luglio; le notti sono però rimaste fresche permettendo
l’accrescimento dei grappoli senza particolari condizioni di
stress. Il mese diagosto,anch’esso caldo, è stato però
caratterizzato daalcuni eventi piovosi che hanno favorito lavite
ad avviare al meglio la maturazione, concentratasi nel mese di
settembre e nei primi giorni di ottobre, periodo caratterizzato
da giornate calde,asciutte e soprattutto ventilate.