In offerta!

Barolo DOCG del comune di Serralunga d’Alba AEROPLANSERVAJ 2018 Domenico Clerico

 117,00

Barolo DOCG del comune di Serralunga d’Alba AEROPLANSERVAJ 2018 Domenico Clerico

Barolo nato dall’incontenibile voglia di cimentarsi in nuove
avventure di Domenico, l’aeroplano selvatico, così era solito
sentirsi chiamare dal padre, nel 2006 scelse di uscire dal
comune di Monforte e cimentarsi con un nuovo terroir:
Serralunga d’Alba.

Vigneto: Aeroplanservaj

Comune: Serralunga d’Alba

MGA: Baudana

Prima annata prodotta: 2006

 

C’è chi dice di sentire spesso un lontano rumore di aeroplano senza però scorgere la sagoma di alcun oggetto in volo.
Altri dicono che è solo il ronzio continuo e sommesso dei trattori che percorrono avanti e indietro le colline di langa. Qualcuno giura che sia solo il brontolio di un maestro di vino scorbutico, mai pronto ai facili compromessi. Nessuno forse saprà mai la verità.

Io però credo fortemente che tra le vigne aleggi davvero uno spirito libero, capace di volteggiare sopra le piccolezze umane. Uno spirito libero che conosce la fatica e che ama la sua terra anche quando le mani si screpolano e la schiena si piega dolorante. Esiste una leggenda che racconta di un bambino mai cresciuto, che ha sempre voluto volare senza regole, selvatico nell’anima e nel cuore

6 disponibili

COD: Barolo DOCG del comune di Serralunga d'Alba AEROPLANSERVAJ 2018 Domenico Clerico Categorie: ,

Descrizione

Domenico Clerico

Da tempo, mio padre produceva uve, che conferiva alla cantina sociale, ed una modesta quantità di frutta che vendeva nei mercati della zona.
Era una tipica, piccola, azienda agricola piemontese, di circa 4 – 5 ettari di terra.

Nel 1976 egli mi chiese se avessi voluto prendere in mano le redini dell’azienda. D’accordo con mia moglie Giuliana incominciai questa grande avventura…

Sin dall’inizio privilegiai il lavoro tra i filari, convinto che per ottenere vini buoni si debba allevare la vigna con amore e dedizione, instaurando con la terra un legame intenso e di scambio continuo per imparare a capire le esigenze della vite in ogni momento dell’anno.
Da qui il sogno di produrre grandi vini prese forma nell’unico modo possibile, acquisendo