Champagne La Grande Dame 2008 Veuve Cliquot

 230,00

CHAMPAGNE LA GRANDE DAME 2008

VEUVE CLIQUOT

Creata nel 1962 e lanciata nel 1972 per celebrare il bicentenario della maison, La Grande Dame è un omaggio a questa donna emblematica, forte e fonte di ispirazione. Il suo assemblaggio inedito, con il 92% di Pinot Nero e l’8% di Chardonnay, porta lo stile Veuve Clicquot alla sua quintessenza, grazie alla predominanza del Pinot Nero.
Una delle migliori annate della Champagne.La Grande Dame 2008 è un vino elegante, ricco e complesso. Magnifici aromi maturi come frutta secca, pralina, composta di mela cotogna e tartufo aprono le porte a degli champagne eccezionali con un potenziale di invecchiamento di oltre 20 anni. La Grande Dame è anche da collezionare.

Madame Clicquot, dirigeva il suo impero in tutto il mondo in punta di penna. Tramite lettera, infatti, forniva le istruzioni ai suoi agenti e rispondeva ai suoi clienti, che chiamava amici.

La Maison Veuve Clicquot è orgogliosa di presentare La Grande Dame by Baccarat, un calamaio che trae ispirazione da questa tradizione epistolare. Queste due maison, ambasciatrici di un savoir-faire unico e animate dalla passione per la creazione e dalla costante ricerca dell’eccellenza, hanno lavorato fianco a fianco per realizzare un pezzo unico, simbolo dell’artigianato francese d’eccezione.

Ciascuno dei quindici pezzi firmati e numerati da Baccarat è unico ed è fornito con sei bottiglie di La Grande Dame: annate 1989, 2004 e 2008, Brut & Brut Rosé. Millesimi scelti dalla Maison Veuve Clicquot per la loro notevole qualità. Una volta aperto, il calamaio rivela un secchiello da champagne in titanio nero e oro, pronto ad accogliere la collezione delle cuvée La Grande Dame. La base contiene un set di bicchieri di cristallo Baccarat e il cassetto si trasforma in un vassoio rivestito in pelle.

5 disponibili

COD: CHAMPAGNE LA GRANDE DAME 2008 VEUVE CLIQUOT Categorie: ,

Descrizione

La presenza di Veuve Clicquot nei terroir Grand Cru risale al 1760.

Madame Clicquot sapeva che, per produrre il miglior champagne, le occorrevano le uve migliori. Grazie a un intuito straordinario, identificò alcuni lotti che si rivelarono tra i migliori della regione. Acquisì dunque lotti di prestigio quali Verzenay, Verzy e Bouzy, ora tutti classificati Grand Cru e utilizzati nell’assemblaggio de La Grande Dame.