Voglar Sauvignon blanc 2018 Alto Adige Doc Dipoli

 31,00

Voglar Sauvignon blanc 2018 Alto Adige Doc

Dipoli

 

“Voglar” é l’antico nome della zona dove si trovano i vigneti dell’azienda. Il termine deriva dall’espressione dialettale trentina “fogolar”, cioè focolare.
All’origine i vigneti erano piantati a Schiava, un vitigno locale, che tra il 1988 e il 1991 è stato completamente sostituito dal Sauvignon blanc.
Attenti studi e ricerche su questa varietà hanno portato alla conclusione che posizione, altitudine e natura calcarea di Voglar costituiscono la premessa favorevole per la produzione di un ottimo vino bianco.
La collina relativamente alta favorisce la completa maturazione fisiologica dell’uva senza perdita di acidità e aromi. L’obiettivo è di ottenere un vino con profumi complessi di frutta tropicale che esprimano il vitigno d’origine evitando sentori vegetali e immaturi; leggermente acidulo, con nerbo, corpo e struttura che possa reggere un discreto invecchiamento in bottiglia.

LOCALITÀ: Pendii a terrazza situati tra i 500 e i 600 m a Penone, una frazione di Cortaccia. I vigneti sono esposti a Nordest, Est e Sud. La superficie coltivata è di 3 ettari. Il terreno è di natura sabbiosa con forte presenza di scheletro calcareo di origine dolomitica.

VITIGNO: Sauvignon Blanc con una densità tra 5.000 – 7.500 piante per ettaro a seconda della pendenza; il sistema di allevamento è il cordone semplice (Guyot).

VINO: La vendemmia cade verso la metà/fine di settembre.
La fermentazione alcolica dura circa dieci giorni e avviene in grandi botti di acacia da 19 fino a 58 hl. Si evita la fermentazione malolattica e il vino rimane sulla feccia di fermentazione nei fusti fino al mese di maggio successivo alla vendemmia.
Nei primi 3 mesi che seguono la fermentazione viene eseguito un battonage a cadenza di 10 giorni.
Il vino viene poi imbottigliato e rimane in cantina fino a gennaio dell´anno successivo per poi essere immesso sul mercato. La produzione annuale si aggira sulle 30.000 bottiglie e la prima annata prodotta è il 1990.

4 disponibili

COD: Voglar Sauvignon blanc 2018 Alto Adige Doc Dipoli Categorie: ,

Descrizione

Vini

Anni fa decisi di esercitare sul campo la mia passione per il vino e diventare, a mia volta, produttore.
La mia preocupazione fu inanzitutto di trovare un metodo di lavoro che rispecchiasse le mie convinzioni sulla giusta scelta dei vitigni e sulla corretta e rispettosa trasformazione delle uve in vino.
Ritengo che ogni vitigno vada collocato nell’habitat che gli è piú congeniale. Al produttore resta il compito di trasformare l’uva, cosí come i vigneti gliel’hanno consegnata, in un prodotto fedele al terreno, all’ambiente e all’annata.
Il rispetto di questi fattori esclude l’ottenimento di una tipologia di vino predeterminata che invece molto spesso vine perseguita solo per soddisfare la moda del momento.
A mio avviso è il consumatore che deve capire ed eventualmente accettare un vino per come l’ambiente in cui l’uva è cresciuta, o l’annata, hanno dato la possibiltá di produrlo.
Cercando invece di assecondare i gusti del mercato si rischia non solo di rinunciare alla naturale variabilitá del prodotto ma di perdere anche l’unicità del territorio.